[Vai al contenuto] | [Home page] |
 
:                           VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI
   

Nella Scuola Primaria e nella Scuola Secondaria con cadenza quadrimestrale un Documento di Valutazione (la "pagella" di una volta), che attribuisce un voto in ciascuna disciplina ed una valutazione del comportamento.

In particolare nel primo settore (la VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI) va da tutti riconosciuta concettuale tra "misurazione" e "valutazione" che deve divenire culturale anche degli studenti e delle famiglie.

Mentre la “misurazione” esprime un dato oggettivo, la “valutazione” č per sua natura un atto di carattere soggettivo: il medesimo giudizio sintetico (o voto) attribuito a diversi alunni non corrisponde necessariamente alle stesse competenze, in quanto esso si riferisce al percorso di maturazione e di ampliamento delle competenze realizzato dal singolo alunno, rispetto al punto di partenza individuale.

Nella Scuola Primaria e nella Scuola Secondaria dell’Istituto la Valutazione quadrimestrale degli apprendimenti avviene secondo un percorso evolutivo coerente che ha luogo dalla prima classe della Scuola Primaria sino alla conclusione della terza classe della Scuola Secondaria.

Il Collegio dei docenti ha definito criteri di valutazione quadrimestrale coerenti nei due ordini di scuola e comuni nell’ambito dello stesso ordine, al fine di favorire:

-      l’uniformitā di giudizio tra diversi docenti e diverse discipline;

-      la comprensione da parte dell’alunno dei significati e delle ragioni del voto;

-      la comprensione da parte della famiglia dei significati e delle ragioni del voto.

Nei due ordini di scuola il “voto” quadrimestrale per ciascuna disciplina tiene conto degli elementi relativi all’APPRENDIMENTO DISCIPLINARE e degli elementi relativi al PERCORSO FORMATIVO ritenuti indispensabili per la crescita individuale di ciascun alunno. Pur rimanendo sempre presenti, gli aspetti formativi hanno un incidenza maggiore nei primi anni della scuola primaria, decrescente nei successivi. L'incidenza rimane costante nei tre anni della scuola secondaria, fatta salva la personalizzazione della valutazione stessa.

 Gli elementi relativi alla valutazione dell'APPRENDIMENTO DISCIPLINARE presi in considerazione in entrambi gli ordini di scuola sono:

-      conoscenze;

-      abilitā;

-      competenze, comprensive dell’autonomia e del metodo di lavoro.

    Gli elementi relativi alla valutazione del PERCORSO FORMATIVO presi in considerazione in entrambi gli ordini di scuola sono:

-      coinvolgimento nelle attivitā/partecipazione;

-      consapevolezza e attuazione degli impegni scolastici;

-      progressione individuale rispetto alla situazione di partenza.

 A partire dal corrente anno scolastico i criteri sopra esposti sono stati tradotti in TABELLE DI VALUTAZIONE CHE TUTTI I DOCENTI SONO TENUTI AD APPLICARE nella valutazione quadrimestrale (vedi pubblicazione sul Sito di Istituto): gli esiti riferiti ai diversi indicatori vanno integrati tra loro per giungere all'unico voto di disciplina espresso in sede quadrimestrale. All'allievo ed alla famiglia vanno chiariti i diversi significati presenti nel voto.

Per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali (disabilitā, DSA e altri BES) gli esiti di apprendimento vanno riferiti al P.E.I. o al Piano Didattico Personalizzato.

 

Tabella Valutazione alunni I Primaria                

Tabella Valutazione alunni II Primaria

Tabella Valutazione alunni III Primaria

Tabella Valutazione alunni IV-V Primaria

 

Tabella Valutazione alunni Secondaria

 

 

 
[Torna all'inizio del contenuto] [Torna al menu di navigazione] [Home page]